ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il design visto dagli altri, 20 domande a Roisin Murphy

Un guardaroba che si riordina da solo e una casa per rilassarsi: la voce dei Moloko, ora solista, ci apre le porte del suo mondo e ci parla di design

roisin-murphy-intervista-design

Roisin Murphy, famosa per essere la voce del duo dei Moloko e ora solista, oggi sta lavorando a nuovi brani, e tra una pausa e l'altra si racconta. 

Classe 1973 e irlandese d'origine, Roisin Murphy ha raggiunto la fama come voce del duo Moloko, prima di intraprendere la carriera da solista. Negli anni, ha collaborato con una serie di artisti tra cui Boris Dlugosch, gli Psychedelic Waltons, gli Handsome Boy Modeling School, gli Spook e i Pulp. Nel 2014 pubblica Mi Senti, un EP che contiene cover di 5 classici della musica italiana degli anni '70 cantati originariamente da Mina, Battisti, Patti Pravo e Gino Paoli. Nel 2016 esce il suo ultimo album, Take Her Up To Monto, il quarto da solista, e ora sta lavorando a nuove canzoni.

Incontrandola, si ha l'impressione che per lei il tempo non passi mai. Il suo segreto? Aver saputo trovare il giusto equilibrio tra pop e avanguardia, brani melodici dallo stile ricercato ed elitario.

Le abbiamo chiesto di rispondere a 20 domande, e lei ci ha aperto le porte di un mondo inedito.

Il tuo designer preferito è...

Claude Montana

E il tuo architetto...

Carlo Scarpa

Cosa significa “casa” per te, in tre parole:

Relax, piacere e responsabilità. Un po' di tutto, forse troppe cose.

E in cucina, cosa non manca mai?

La pasta, il mio piatto preferito.

Quando sei a casa, cosa prepari?

Un ottimo porridge, da brava irlandese, e le uova.

E il cocktail che sai fare meglio?

L'Irish Coffe

Se potessi invitare tre persone a cena, chi ci sarebbe seduto al tuo tavolo?

Mina, Eileen Gray e Kubrick

La canzone che ascolti per rilassarti:

I'll be your lover too, di Van Morrison

Se potessi inventare un oggetto utile per casa tua?

Un guardaroba che si riordina da solo...

Qual è l'oggetto o il complemento preferito che c'è in casa tua?

La vasca da bagno 

E il primo pezzo di design che hai comprato?

La Pendent lamp di Poul Henningsen

Quando hai del tempo libero e sei a casa, cosa fai?

Riordino i cassetti, mi rilassa.

Il tuo colore preferito..

Il blu

E per rilassarti, doccia o bagno?

Bagno

Se potessi comprare una casa in un luogo del mondo, dove sarebbe?

In Messico.

E da chi la faresti progettare?

Da Luis Barragán 

Il tuo artista preferito?

Rubens

E il film che guarderesti mille volte?

La morte corre sul fiume, un film del 1955 diretto da Charles Laughton, alla sua prima ed unica regia

Il primo ricordo legato a casa tua?

Le piastrelle bianche e nere dell'ingresso.


di Valentina Mariani / 29 Gennaio 2018
tags:

interviste

CORNER

People collection

[People]

Dal Mit al Moma

Sotira di Neri Oxman, architetto fuori dal comune

Costume

[People]

La cultura è negli oggetti

Hugo Macdonald, curatore della sezione Objet di Miart

interviste

[People]

Chi era davvero Carlo Mollino

Biografia di un genio dell'architettura del 900

Maestri

[People]

Il design è un'attitudine

Conversazione a tutto tondo con Alice Rawsthorn

Interviste

[People]

Nuovi linguaggi in scena

Intervista ad Alessandro Rabottini, direttore artistico di Miart

interviste

[People]

La regina degli spazi

L'elegante semplicità di Louisa Grey che crea equilibrio e serenità

Interviste

[People]

Doppia intervista

Italiana: la parola a Maria Luisa Frisa e Stefano Tonchi

Interviste

[People]

Un designer d’altri tempi

Storia di Mendini: dall'editoria alla produzione industriale

Maestri

[People]

La traduttrice di idee

Rachel Chudley e le sue case oniriche e trascendentali

interviste

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web