ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

L'ironia dei servizi da tavola in porcellana tra arte e design

Pezzi di animali o parti del corpo formano le collezioni in porcellana create dall’artista ucraina Maria Volokhova

Opere d'arte o servizi per la tavola? La sua creatività ha rivoluzionato il mondo della porcellana legata al food. A volte divertendo, a volte persino scioccando. Le sue opere hanno fatto molto discutere, ma lei, Maria Volokhova, non sembra curarsene. Anzi, è molto impegnata a organizzare nuove mostre per le sue collezioni, ed è sempre più ricercata da musei e gallerie.

Gli studi d’arte e di ceramica in Giappone, poi Stati Uniti, Germania e Italia, hanno contribuito alla formazione multiculturale e moderna di questa giovane artista ucraina. Usa prevalentemente la porcellana e dalle sue creazioni prende vita un mondo parallelo e onirico.

Conigli, maiali e capre, oltre a parti anatomiche del corpo umano, come gambe, braccia, mani. Tutto viene vivisezionato quasi chirurgicamente, e poi nobilitato con la leggerezza e l’eleganza di un materiale raffinato e prezioso. I soggetti si presentano sulla tavola come delicati servizi, sul sottile filo di un’ironia accennata e divertente.

Ecco cosa ci ha raccontato Maria Volokhova della sua arte.

Perché ha scelto la porcellana e cosa la ispira di più?
Sin da quando studiavo pittura, sono sempre stata molto interessata all’anatomia umana e la porcellana è il materiale migliore per esprimerne la fragilità. Adoro la leggerezza di questo materiale e la sua delicatezza. Ammiro le antiche porcellane tedesche del 18° e 19° secolo e la porcellana giapponese.

I suoi servizi sono molto diversi da quelli tradizionali di porcellana. Li considera degli oggetti di uso comune o delle opere d’arte?
Le mie collezioni possono essere usate come normali accessori per la tavola, o come elementi decorativi. Mi piace che l’idea che possano avere una doppia funzione e una doppia vita, in maniera trasversale.

Come reagisce la gente di fronte alle sue collezioni?
I commenti delle persone cambiano ogni volta, ma quello che più conta per me è suscitare qualcosa. Nei miei studi ho osservato interessanti collegamenti tra l’anatomia umana e la psiche, e le diverse reazioni del pubblico alle mie creazioni mi forniscono ogni volta interessanti spunti di approfondimento

Su cosa sta lavorando ora?
La prossima sfida è quella di riuscire a coniugare le nuove tecnologie con il mio metodo tradizionale di lavorare la porcellana.

Sito:
http://www.volokhova.com/


di Maria Chiara Antonini / 28 Ottobre 2014

CORNER

People collection

[People]

Dove non ho mai abitato

Una storia d'amore e di spazi, da vedere al cinema

interviste

[People]

Ritorno a Seoul

Come è cambiata la Corea del Sud secondo il giovane designer Dohyun Kim

interviste

[People]

L'uomo che cambia la realtà

Marcel Wanders, il designer olandese che ha sedotto il mondo

Costume

[People]

5 cose su Anker Bak

Le 5 curiosità da sapere sul designer di cui sentiremo molto parlare

interviste

[People]

Imaad Rahmouni si racconta

Il mondo dell'architetto e designer, tra progetti passati, presenti e futuri

interviste

[People]

La regina delle gallerie d'arte

Pepi Marchetti Franchi e la nuova mostra della Gagosian Gallery

mostre

[People]

Il design in Medio Oriente

I 10 talenti che stanno ridisegnando le sorti del proprio Paese

top ten

[People]

Ti racconto il MDFF

Silvia Robertazzi parla del festival che unisce cinema e design

interviste

[People]

Il museo zucche specchi e pois

Yayoi Kusama apre un museo dedicato alle sue opere

Musei

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web