ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

10 appuntamenti del Brera Design District 2016 selezionati per voi da Elle Decor Italia

Installazioni, orti sui tetti, appartamenti privati, showroom e cortili. Gli eventi imperdibili del Fuorisalone

10-appuntamenti-del-brera-design-district-2016-selezionati-per-voi-da-elle-decor-italia
Simone Fiorini

Brera Design District 2016

Brera si trova nel centro storico di Milano. Il quartiere è stato trasformato dai vari artisti che fin dall’800 hanno gravitato intorno all’Accademia di Belle Arti. Fulcro dello sviluppo commerciale e culturale della città, in Brera hanno sede alcuni tra i palazzi storici più prestigiosi e tra le sue vie in stile - vecchia Milano - si trovano più di 80 showroom di design, oltre a botteghe artigiane, musei, gallerie d’arte, boutique, caffè letterari e ristoranti con i tavolini fuori. 

Negli ultimi anni, grazie a un intenso lavoro sul territorio, il distretto ha fatto sistema e da qui è diventato Brera Design District che, quest’anno, con il Fuorisalone 2016, giunge alla sua settima edizione. Dalla nuova area di Porta Nuova-Gae Aulenti fino a via Solferino, da via Maroncelli a Corso Garibaldi, non sarà difficile perdersi tra le vie in cui si respira un mix di internazionalità e un alto tasso di design. Lo scoprirete in edifici storici come negli appartamenti privati e nei cortili interni normalmente nascosti al pubblico. Sia brand e professionisti già presenti in zona che investitori, sponsor ed espositori temporanei trovano nelle suggestive e uniche location del distretto la loro vetrina ideale. Ci sono 150 eventi per la design week; ecco una selezione di 10 visti in anteprima.

© Simone Fiorini

Il debutto nel Fuorisalone di Vitra. Allo spazio Edit, in via Pietro Maroncelli 14, troverete Casa Vitra (con tanto di pop-up store, accanto, con prodotti e accessori in limited edition). A Casa Vitra si vedrà l’installazione  - Colour Machine -, dedicata alla Vitra Colour & Material Library curata di Hella Jongerius, da dieci anni art director del brand svizzero. Trottole che ruotano sul pavimento rappresentano la gamma di materiali nei quattro mondi cromatici (chiari, scuri, verdi, rossi) e costituiscono la base della biblioteca che organizza tessuti, materie plastiche, legni e colori. Appese al soffitto, sopra alle trottole, nove ruote di colori girano nello spazio per celebrare dettagli di pezzi icona tra cui la base dell’EM Table di Prouvé o le scocche delle Eames Plastic Chair. 

© Simone Fiorini

Nella suggestiva cornice del Chiostro Minore di San Simpliciano, in Piazza Paolo VI 4, si trova l’installazione 50 Manga Chairs by Nendo, frutto del tentativo di adattare il forte carattere simbolico dei fumetti giapponesi all’arredo. Sono presentate 50 sedute in acciaio ispirate alla cultura Manga e realizzate dallo studio di Oki Sato per la Friedman Benda Gallerydi New York.  Rigorosamente allineate, ogni sedia con i suoi tratti espressivi e la sua particolare personalità è portatrice di un segno che simboleggia un’emozione: un suono, un’azione oppure il carattere di un personaggio. La finitura delle sedie è specchiata per riflettere l’ambiente circostante e creare un’atmosfera ancora più evanescente.

© Simone Fiorini

Per il Fuorisalone 2016 il brand danese Hay occupa la Pelota, in via Palermo 10, trasformando l’enorme spazio in dieci stanze, arredate con uno stile e un’attenzione impeccabile, grazie a un mix tra pezzi classici, dalle linee pulite ma decise e dai colori sempre attuali, e pezzi nuovi tra cui si contano quelli di Ronan & Erwan Bouroullec, Iskos-Berlin, Scholten & Baijings, Doshi Levien, Stefan Diez, Shane Scneck. Esposte anche le nuove lampade di wrong.london, company guidata da Sebastiana Wrong. Tutti gli appassionati sappiano che all’interno de la Pelota c’è anche il minimarket di Hay (che vi diciamo già: sarà preso d’assalto) e il pop-up café con le creazioni dello chef Frederik Bille Brahe. 

© Simone Fiorini

Un indirizzo impossibile da saltare all’interno del Brera Design District. Lo showroom di Boffi si trova in via Solferino 11 e qui ogni anno vengono mostrate le nuove collezioni. In foto la nuova cucina Boffi_Code disegnata da Piero Lissoni in cui entrano in gioco nuovi materiali, finiture e tipologie di contenitore. C’è un’ampia scelta di varianti di finiture del legno, metallo e pietre: tutto in chiave custom made. Anche i piani di lavoro sono personalizzabili con sezioni in materiali che vanno dal legno Bog-Oak all’acciaio Durinox, dal Corian al legno massello. 

© Simone Fiorini

Stesso indirizzo – via Solferino 11 – e stesso cortile (il più frequentato della design week milanese). Nell’appartamento di DIMORESTUDIO si ammira una ricerca stilistica tra design e arte, tra architettura e moda. La nuova collezione è caratterizzata dall’uso dei metalli in contrasto con le grafiche di tessuti, tappeti e carte da parati. I sette ambienti dell’appartamento sono legati dal decoro di una sottile linea metallica che incornicia le modanature, dalle porte alle finestre sullo sfondo di pareti blu navy. Nuovi arredi della collezione - Progetto Non Finito - come il sistema componibile Divano 082 e Pouf 083utilizzabile anche come tavolino (in foto) convivono con pezzi storici come il lampadario disegnato da Scarpa per l’interno di un albergo, in vetro in gradazione cromatica dall’azzurro al rosa (in foto). 

© Simone Fiorini

Gli architetti di Piuarch dedicano all’arte cinetica l’allestimento dell’orto di 300 mq che si trova sul tetto del loro studio in via Palermo 1, in pieno Brera Design District. L’Orto Cinetico è un omaggio all’opera dell’artista venezuelano Carlos Cruz-Diez e nasce dalla collaborazione con il paesaggista Cornelius Gavril che, utilizzando fiori ed essenze, ha disegnato lo spazio in modo da restituire al visitatore sensazioni di movimento e dinamismo. Al centro del concept c’è l’ideazione di un sistema modulare che utilizza i pallet per costruire strutture facilmente assemblabili che coniughino estetica e funzionalità. 

© Simone Fiorini

Nello spazio di Accapiù (H+) - in via Varese 12 - Max Lamb, uno dei designer più interessanti degli ultimi anni, espone una serie di sgabellifirmata per il nuovo brand HEM, fondato nel 2014 che ha debuttato al London Design Festival 2015. - Last Stool Splatter - è una collezione frutto di un lavoro di ricerca e sperimentazione in cui ogni sgabello ha un pattern artigianale dato da un effetto a spruzzo realizzato dal designer britannico mediante la nebulizzazione di smalto declinato nelle varianti crema, bianco, verde, nero. Hem ha collaborato con il marchio di gelateria Rigoletto per la produzione di quattro gusti di gelato ispirati alla stracciatella e somiglianti alle fantasie degli sgabelli. Ogni pomeriggio, Ice Cream Social sarà supportato da uno special host o amici del marchio. Nello spazio espositivo si trovano anche i nuovi pezzi realizzati da Philippe Malouin, Karoline Fesser, Studio DeFORM e Form Us With Love

© Simone Fiorini

Il brand finlandese Marimekko partecipa al Fuorisalone 2016 portando una sua  - Casa Marimekko - nel cuore del Brera Design District, in un appartamento situato al 1° piano di via Palermo 8. Il mood è il calore domestico abbinato al relax. Ai visitatori sono mostrate tre stanze, vissute, calde - grazie alle grafiche e ai colori vivaci del brand - e confortevoli con alcune novità della collezione autunno/inverno 2016 ispirati al rapporto tra fantasia e realtà. Le grafiche di designer come Oiva Toikka, Maija Isola e Vuokko Eskolin Nurmersniemi creano un interessante gioco di combinazioni con i motivi più recenti di Aino-Maija Metsola, Maija Louekari and Sanna Annukka. Casa Marimekko è stata creata con il supporto di un altro brand icona del design finlandese, Artek, che ha fornito gli arredi. 

© Simone Fiorini

Un’altra location imprescindibile del Brera Design District è Spazio Pontaccio (via Pontaccio 18). Per la design week 2016 presenta Credenza (in foto), una collezione di arredi in vetro e piombo - paravento, credenza, mobile contenitore, tappeto CC-tapis - che unisce il design contemporaneo di Patricia Urquiola con l’arte grafica di Federico Pepe. A questa novità si aggiungono anche l’anteprima della collezione Frette by Le Dictateur per Spazio Pontaccio e il pop-up shop del noto portale di design Yatzer, che festeggia i suoi 10 anni online. 

© Simone Fiorini

Internoitaliano - sistema di produzione e vendita di oggetti d’arredo ideato dal designer Giulio Iacchetti - presenta i nuovi pezzi nel Brera Design District, in un interno al 1° piano di via Palermo 1. Tra le novità spicca Plan, una sedia con braccioli in legno di frassino massello composta da cinque elementi cilindrici e da quattro superfici, di cui una - lo schienale - caratterizza l’estetica del prodotto. Come fosse appeso, lo schienale è innestato alla struttura donandole comodità. Plan è disponibile in tre finiture: frassino naturale, tinto opaco rosso e tinto opaco nero. É progettata da Alessandro Gnocchi ed è realizzata da BeD Living di Buttrio (Udine), in Friuli. Tra le altre novità uno scrittoio e alcuni pezzi di stationery design.

In più, accanto all’Accademia di Belle Arti di Brera c’è un posto un po’ segreto, ma davvero da non perdere: l’Orto Botanico. È uno dei luoghi più spettacolari di Milano. Un’oasi urbana di pace diventata giardino storico in cui vedrete alberi secolari, piante medicinali e fiori di ogni tipo. Quest’anno ospita MyEquilibria, un’installazione ad alta tecnologia nata per favorire il fitness in parchi pubblici, aree metropolitane, spiagge o campus universitari. Ma entrare, anche solo per sentire rilassarsi un attimo sentendo il profumo del glicine, vi farà apprezzare ancora di più Milano. E i suoi angoli più nascosti.

© Simone Fiorini 

Per essere sempre aggiornati, ecco qui i social di Brera Design District da seguire:

Facebook: www.facebook.com/breradesigndistrict
Twitter: https://twitter.com/Brera_District
Instagram: http://instagram.com/breradesigndistrict
Sito Web: www.breradesigndistrict.it
Hashtag: #breradesigndistrict

 


di Giulia Ossola / 12 Aprile 2016

CORNER

Salone Del Mobile collection

[Salone Del Mobile ]

Classico e contemporaneo

Le nuove collezioni di Provasi al Salone del Mobile di Milano

milano design week 2017

[Salone Del Mobile ]

Una casa al massimo

Lamborghini con Karim Rashid e Riva 1920

Milano Design Week 2017

[Salone Del Mobile ]

Tornano gli anni ‘50

Revival al Salone del Mobile con i nuovi arredi Porada

milano design week 2017

[Salone Del Mobile ]

Il marmo di Anastassiades

La pietra naturale di Salvatori tra arte e design al Fuorisalone

Milano Design Week 2017

[Salone Del Mobile ]

Il giardino di DIMORESTUDIO

L’outdoor di Britt Moran ed Emiliano Salci al Fuorisalone 2017

Milano Design Week 2017

[Salone Del Mobile ]

Massima libertà!

Brezza di fantasia da Cappellini. A tu per tu con il suo Direttore Creativo

Milano Design Week 2017

[Salone Del Mobile ]

Dormire con stile

Dal Salone del Mobile 5 letti dal design moderno e finiture ricercate

Milano Design Week 2017

[Salone Del Mobile ]

Il Secolo Comodo

Oltre 100 anni di eleganza firmati Poltrona Frau

Milano Design Week 2017

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web