ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Salone: intervista a Elis Doimo

Casamania celebra 30 anni di design attraverso una collezione manifesto

Per i 30 anni di Casamania: 12 nuovi prodotti esposti in Fiera, 11 progettisti, uno stand firmato Luca Nichetto, e una crescente attenzione ai materiali naturali. Ce ne parla Elis Doimo, da 15 anni alla guida dell’azienda.

Sei al timone di Casamania dal 1999, come era prima del tuo arrivo e come è adesso?
Elis Doimo Posso essere sincera? Prima era inguardabile. In questi anni abbiamo fatto un lungo lavoro di ricerca sul design e sui designer. Adesso, a mio avviso, le collezioni hanno più carattere.

Quali sono per te le caratteristiche di un buon oggetto di design?
ED Non deve essere una moda e basta. Deve parlare un linguaggio universale e senza tempo.
Però alcuni tra i vostri designer sono molto di moda
ED Un designer di grido porta visibilità, ma credo che l’obiettivo debba essere quello di lasciare un segno permanente.
Ti occupi personalmente di trovare nuove idee e nuovi progettisti?
ED Si ma non da sola. Ho un validissimo team di collaboratori che mi aiuta nell’attività di scouting.
Cosa pensi della nuova generazione dei designer italiani?
ED Alcuni rispecchiano la cultura e la tradizione italiana, altri hanno un respiro più internazionale come Luca Nichetto, con cui quest’anno festeggiamo i 10 anni di collaborazione.
Nell’ultima collezione c’è molto legno, tessuto e metallo? E’una nuova svolta rispetto alla produzione in plastica che vi ha contraddistinto in passato?
ED Si, credo che i materiali naturali esaltino la personalità di un prodotto. Ultimamente li preferisco a un materiale artificiale come la plastica. Inoltre presuppongono l’intervento di tecniche artigianali, che preservano il singolo pezzo dall’automatismo della standardizzazione industriale.
Come definiresti la collezione Casamania 2014?
ED Alcuni le hanno attribuito un carattere maschile. Per me è una collezione matura, elegante e versatile

 


di Marco Valenti / 22 Aprile 2014

CORNER

People collection

[People]

L’iconica poltrona Basket

Le figlie di Nanna Ditzel presentano il remake firmato Kettal

People

[People]

Intervista ai fratelli Benedini

I fondatori di Agape raccontano i retroscena del brand di design

Fuori Salone 2014

[People]

Nao Tamura in centro a Milano

Intervista alla designer giapponese protagonista allo spazio Lexus

Fuori Salone 2014

[People]

Intervista al designer Fabio Novembre

L’installazione We Dance allo spazio Lexus al Circolo Filologico Milanese

Primo piano

[People]

Studio Formafantasma a Milano

Lavorare con la lava: il nuovo progetto De Natura Fossilium

Primo Piano

[People]

Giovani talenti al Salone

Intervista al designer tedesco Sebastian Herkner

Nuovi Talenti

[People]

Arabeschi di Latte a Milano

Tre appuntamenti da non perdere con il food design

Primo Piano

[People]

Gli argenti di Andrea Branzi

La collezione Santambrogio realizzata dalla storica azienda De Vecchi

Primo Piano

[People]

Circus di Lanzavecchia + Wai

Le campane di vetro soffiato per la Galleria Secondome

Extra

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web