ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

FuoriSalone, una mostra a Milano sulle tante lingue del design

Per il Fuorisalone, la mostra Design Language traduce le molte lingue del design attraverso idee provenienti da tutto il mondo

Al FuoriSalone di Milano una mostra si chiede: che lingua parla il design? Dal 4 al 9 aprile, proveranno a spiegarlo 50 realtà del settore, guidate da ispirati designer di 20 diversi paesi, attraverso le molte idee raccolte alla Civica Scuola Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli per la mostra Design Language.

Per la sua prima volta al FuoriSalone, la struttura scolastica di via Carchidio 2, in zona Porta Genova, ha deciso di ospitare non una semplice esposizione ma un vero viaggio tra le differenti sfumature dell’arte del progettare, tra le diverse identità culturali che si celano dietro ogni oggetto e tra i vari linguaggi parlati dal design in tutto il globo.

La lingua, quella parlata, molte volte per i designer è un male necessario, un modo per riuscire a spiegare al mondo ciò che vedono dove manca, ciò che immaginano mentre danno forma a una sagoma stilizzata, ciò che sentono mentre sfiorano una superficie.

Decisamente più facile per loro spiegarsi attraverso colori, materiali e stili, composti in una varietà di combinazioni tanto ampia quanto il numero dei dialetti del mondo, perché ognuna di esse esprime un particolare modo di vedere le cose.

Tante le creazioni che verranno “interpretate” nel progetto espositivo curato da Connecting the Dots con la Civica Scuola Altiero Spinelli e lo studio Cara\Davide: da quelle nate dalla sensibilità italianissima di progettisti come Alberto Meda e Giulio Iacchetti a quelle più esotiche create dalla a alla z dall’artista/designer Hamajima Takuya, passando per intuizioni provenienti dal Medio Oriente e dai paesi scandinavi, dall’India e dal Sudamerica, dal cuore dell’Europa e dalla punta più lontana del continente africano. A impreziosire il tutto, alcune illustrazioni di Gillo Dorfles composte in un’installazione e un programma d’incontri internazionali, tradotti dagli studenti della scuola.

designlanguage.thedots.nl


di Francesco Marchesi / 27 Marzo 2017

CORNER

Salone Del Mobile collection

[Salone Del Mobile ]

Classico e contemporaneo

Le nuove collezioni di Provasi al Salone del Mobile di Milano

milano design week 2017

[Salone Del Mobile ]

Una casa al massimo

Lamborghini con Karim Rashid e Riva 1920

Milano Design Week 2017

[Salone Del Mobile ]

Tornano gli anni ‘50

Revival al Salone del Mobile con i nuovi arredi Porada

milano design week 2017

[Salone Del Mobile ]

Il marmo di Anastassiades

La pietra naturale di Salvatori tra arte e design al Fuorisalone

Milano Design Week 2017

[Salone Del Mobile ]

Il giardino di DIMORESTUDIO

L’outdoor di Britt Moran ed Emiliano Salci al Fuorisalone 2017

Milano Design Week 2017

[Salone Del Mobile ]

Massima libertà!

Brezza di fantasia da Cappellini. A tu per tu con il suo Direttore Creativo

Milano Design Week 2017

[Salone Del Mobile ]

Dormire con stile

Dal Salone del Mobile 5 letti dal design moderno e finiture ricercate

Milano Design Week 2017

[Salone Del Mobile ]

Il Secolo Comodo

Oltre 100 anni di eleganza firmati Poltrona Frau

Milano Design Week 2017

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web