ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

I progetti per il Salone del Mobile 2018 di 8 designer molto famosi

Anche per i grandi nomi la Milano Design Week è un palco importante che ogni anno rappresenta una nuova sfida. Ecco una carrellata di novità e collaborazioni dei designer più quotati

variations_of_time05_akihiro_yoshida

Brand e grandi designer: ecco le novità presentate al Salone 2018

Salone del Mobile 2018, il momento in cui si dettano le tendenze arredo per l'anno che verrà.

Vetrina per giovani designer emergenti, e palcoscenico per quelli più affermati, che ogni anno si confrontano tra i padiglioni della fiera di Rho e tra le vie della città che si anima di FuoriSalone.

 

Leggi anche: Salone del Mobile 2018, la guida essenziale (e indispensabile)

Un po' come Sanremo per i cantanti, il Salone di Milano per i designer più famosi è l'occasione di diventare davvero star, e anche di affrontare nuove collaborazioni, nuovi materiali o nuove tipologie di prodotto.

A pochi giorni dall'inizio del Salone 2018, abbiamo cercato di capire cosa porteranno a questa edizione della Milano Design Week 8 designer molto famosi.

Leggi qui, e poi via al televoto!

Leggi anche: FuoriSalone 2018, le 15 installazioni di cui parleranno tutti quest'anno

Michele De Lucchi

Non è solo il risultato finale a rendere grande un progetto; spesso è la sua storia a determinarne il vero valore.

E’ il caso di Filla una collezione di sedute e complementi unici realizzata dall’architetto Michele De Lucchi, per Very Wood. “Filla” ‘sta per clorofilla’ è una seduta leggera in legno di frassino, le cui gambe posteriori si biforcano come rami a sorreggere le due grandi foglie che compongono lo schienale.

È un oggetto che secondo De Lucchi richiama alla mente l’importanza del respiro, dell’aria pura, delle piante verdi che silenziose e con animo benevolo liberano ossigeno nell’atmosfera.

I contorni della seduta e degli schienali sono caratterizzati da una particolare “sfogliatura” del frassino. Il legno così smussato ricorda le curve degli anelli di crescita degli alberi che con il passare del tempo creano curve sinuose e irregolari nel legno, effetto che viene ricreato in Filla dall’interazione tra lavoro seriale e cura artigianale. 

Nendo

Nendo presenterà "Variations of time" durante la Milano Design Week 2018.

Si tratta di una clessidra - dispositivo usato fin dall'antichità - ancora in uso nella nostra vita quotidiana con una forma mai cambiata nel corso del tempo. Ma oggi con l'avvento degli orologi digitali, la clessidra è passata da un ruolo funzionale alla trasmissione di un valore più prettamente sentimentale e simbolico.

Nendo ha osservato questo semplice meccanismo di sabbia che cade attraverso un passaggio ristretto a causa della gravità e alterandone la velocità e l'angolazione, ha cambiato la percezione del flusso del tempo. Le quattro diverse clessidre sono state ricavate da un volume di acrilico trasparente con un metodo di produzione conferisce alle forme un aspetto quasi naturale e organico.

Foto: Akihiro Yoshida

Il secondo progetto di Nendo per il FuoriSalone di Milano è rappresentato da "Gacha Gacha" delle figure in miniature ispirate ai giocattoli in capsule, distribuiti in Giappone da macchine automatiche a partire dagli anni 50 provenienti dagli Stati Uniti dove distribuivano gomme da masticare. Il nome "Gacha Gacha" deriva infatti dal suono prodotto dall'azione a manovella della manopola.

Il designer ha collaborato per questo progetto con Kaiyodo, una delle aziende leader nella creazione di figure di personaggi di animazione e manga. Sfruttando le loro sofisticate tecniche Nendo ha creato varie miniature in miniatura raffiguranti arte, artigianato tradizionale e flora e fauna.

Marcel Wanders

"Abbiamo cercato musei in tutto il mondo e abbiamo trovato i disegni più incredibili di animali passati, documentati dagli esploratori durante i loro viaggi. Siamo stati in grado di prenderli in prestito per il nostro "Museo degli animali estinti". Così quello che si è estinto può ancora vivere nei nostri ricordi e nella nostra immaginazione’’.

Marcel Wanders presenta così il progetto di MOOOI, marchio del quale è co-fondatore e Direttore Artistico, per il FuoriSalone 2018. Un'avventura senza tempo che offre a tutti la possibilità di esplorare la straordinaria diversità della bellezza in tutte le sue forme, un mondo tridimensionale da scoprire che comprende tre mostre: Moooi Through the Eyes of Megan Grehl, Moooi Through the Eyes of Concrete & The Museum of Extinct Animals.

Trame, forme e motivi si fondono armoniosamente in questi mondi tridimensionali, arricchendo e definendo il loro interno in ogni direzione.

Ma Wanders sarà presente anche con altri marchi e aziende: dalla collezione “Objets Nomades” di Louis Vuitton agli oggetti creati per Alessi, Laufen, Roche Bobois, Vondom e, per la prima volta, un nuovo progetto con Natuzzi per il quale il designer olandese ha creato “Agronomist” e “Oceanographer”, entrambe ispirate alla Puglia, terra del brand di arredi.

Patricia Urquiola

Sono tanti i progetti della designer spagnola presentati al Salone e al FuoriSalone di Milano: a partire dalla Vimini collection per Kettal, al Chamfer Sofa per Moroso e all’arricchimento della collezione Jellies Family per Kartell.

Nell’ambito di Ventura Future, all’interno del Loft e FutureDome, un palazzo storico in stile liberty, oggi progetto di housing museale di arte contemporanea, Urquiola esporrà con Editions Milano.

Interessante poi il progetto per il brand CC-tapis, per il quale la designer presenterà la collezione di tappeti e wall-hanging Slinkie, un racconto incentrato sul colore, con un susseguirsi di evoluzioni cromatiche che si sviluppano in maniera circolare attraverso un disegno digitale.

Philippe Starck

Tra i vari progetti di Philippe Starck per la Milano Design Week 2018 troviamo la nuova collezione Woody per Kartell. Si tratta di una serie di sedute e complementi di legno che conferma il lungo sodalizio che lega il designer francese al brand lombardo. La collezione si avvale di una nuova tecnologia particolare che a partire da legno fessurato può produrre con uno stampo la scocca di una sedia.

In questo caso la sedia è composta anche da una base e da gambe di plastica. Sempre nella scia del sodalizio Starck-Kartell anche la conferma di oggetti ormai iconici come le sedute Catwalk e Venice della famiglia Generic.

La prima perfetta per out e indoor, trae ispirazione dal mondo dell’haute couture, la seconda è ovviamente un omaggio alla città lagunare e allo storico ed esclusivo Harry’s Bar. Ultime delle sedute firmate Starck per Kartell è la poltrona Cara con la quale il designer francese continua ad esplorare il concetto di “less is more”.

Ronan e Erwan Bouroullec e Konstantin Grcic

Ronan e Erwan Bouroullec e Konstantin Grcic insieme per la nuova collezione di Established & Sons presentata in anteprima a Londra a fine marzo, viene ora presentata al Salone del Mobile di Milano.

La collezione aspira ad essere sia una risposta agli aspetti pratici della vita contemporanea sia un'esplorazione del linguaggio unico dei designer, manifestato nel carattere distinto e nella provenienza di ciascun progetto.

Collezione audace ma accessibile, caratteristica per il design eccezionale, ma anche per i materiali, l'artigianalità e l'innovazione, ogni pezzo è stato progettato e realizzato per raccontare una storia e resistere alla prova del tempo, da solo o come parte di un ensemble insieme ad altri pezzi.

Foto: ©2018 EstablishedandSons ©PeterGuenzel

Naoto Fukasawa

Naoto Fukasawa lancerà al Salone del Mobile per il brand Maruni - di cui è anche direttore artistico - due sedie "comode" in legno disegnate in collaborazione con Jasper Morrison.

Il progetto descritto dal designer nipponico come "comode sedie che esprimono i diversi approcci di ciascun designer" saranno composte da schienale, braccioli e sedile realizzati in un unico pezzo di compensato laminato nominato Roundish proprio per la sua forma fluida che pare attorcigliarsi per creare una forma avvolgente tridimensionale.

 


di Paola Testoni / 15 Aprile 2018

CORNER

Salone Del Mobile collection

[Salone Del Mobile ]

Segno milanese

Gli arredi di Luigi Caccia Dominioni rieditati da B&B Italia

Milano Design Week

[Salone Del Mobile ]

Tutti i numeri del Salone

Il bilancio finale del 2018 racconta di un'edizione straordinaria

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

La bellezza è (anche) nei rifiuti

Really porta a Milano una collezione nata a partire dagli scarti tessili

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Moooi e gli animali estinti

Il brand olandese porta a Milano una giungla antica, tra zebre e pesci volanti

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Le luci dei maestri

Le lampade di design che sono un omaggio al vintage

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

The day after

9 posti perfetti per riprendersi dall'hangover del Salone del Mobile

Travel

[Salone Del Mobile ]

Una nuova idea di cucina

I progetti più interessanti visti a Milano per il FuoriSalone 2018

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Meraviglia in Triennale

Eric Quint di 3M tra scienza, curiosità e immaginazione

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Pausa pranzo da Millennials

Il temporary restaurant di Elle Decor a Palazzo Bovara

Milano Design Week 2018

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web