ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Caochangdi, il distretto dell'arte a Beijing

L'area più creativa di Pechino. Famosa per le architetture di Ai Weiwei e gli studi di architetti e designer emergenti

Caochangdi rappresenta una comunità artistica molto vivace, uno di quei distretti che negli ultimi anni hanno trasformato Pechino nella capitale cinese dell’arte contemporanea. La sua storia è interessante e fa capire quanto la Cina sia sempre più orientata a sviluppare e promuovere i propri artisti a livello internazionale. Tutto comincia nel 1999, quando l’artista cinese Ai Weiwei decide di trasferirsi a Caochangdi, all’epoca zona degradata fuori Pechino abitata da contadini che cercano nella metropoli un futuro migliore. Accanto alle case degli immigrati nascono così i primi studi e gallerie d’arte.

Gli artisti trovano in questa zona il luogo ideale per poter aprire i propri laboratori, in un’atmosfera che lascia ampio spazio alla creatività. Negli anni la fioritura artistica di questo quartiere si è sviluppata, e oggi Caochangdi è considerata una meta imperdibile di Beijing per gli amanti dell’arte a tutto campo. Tante sono le gallerie, che organizzano tutto l’anno esposizioni, incontri e workshop. La Pékin Fine Arts, fondata nel 2005 da Meg Maggio, è considerata una delle più importanti. Nel suo spazio espositivo, progettato da Ai Weiwei, durante la Beijing Design Week 2014 viene proposta la mostra di fotografia Post-Photography.

Altra galleria da visitare, la Kuang-Space presenta invece la prima mostra monografica dell’artista irlandese Mark McCullough. Da non perdere poi la Galerie Urs Meile e la Chambers Fine Art, che ha anche una sede a New York. Merita una visita infine la Three Shadows Photography Art Centre, galleria di punta per la fotografia contemporanea, con libreria e negozio annessi.

Info: www.pekinfinearts.com
www.kuang-space.com
www.galerieursmeile.com
www.chambersfineart.com
http://en.threeshadows.cn
www.bjdw.org/en


di Maria Chiara Antonini / 24 Settembre 2014

CORNER

Speciale BJDW collection

[Speciale BJDW]

Pechino da non perdere

Alla scoperta della città, fra hotel, ristoranti, negozi, gallerie

Extra

[Speciale BJDW]

Restyling metal a Pechino

Pannelli di metallo e luci di design per un piccolo locale

Beijing Design Week 2016

[Speciale BJDW]

Arredare coi fili d'acciaio

Un ristorante a Pechino con pochi materiali di grande effetto

Beijing Design Week 2016

[Speciale BJDW]

Caffé e guest room a Pechino

34 mq nella città proibita trasformati in B&B da Office AIO

Beijin Design Week 2016

[Speciale BJDW]

Nichetto firma un design store

Il design italiano apre a Pechino lo showroom di design ZaoZuo

Beijing Design Week 2016

[Speciale BJDW]

Come una casa da tè

A Pechino, il legno crea un gioco di semitrasparenze

Case in Legno

[Speciale BJDW]

La rinascita di Baitasi

La design week di Pechino nel quartiere della Pagoda Bianca

Beijing Design Week 2015

[Speciale BJDW]

Jianzi Box by Spark Architects

Cina: volani colorati per il progetto di riqualificazione urbana

Beijing Design Week 2015

[Speciale BJDW]

Ai Weiwei. La mostra in Cina

A Pechino, l'omaggio dell'artista cinese all'architettura Ming

Beijing Design Week 2015

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web