ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Nell’hotel più letterario di New York, c'è una suite per sentirsi Gertrude Stein

La scrittrice, poetessa e attivista americana rivive nella suite al decimo piano del Renwick Hotel, ovviamente firmata da un team tutto al femminile

renwick-hotel-manhattan-new-york-suite-gertrude-stein
Sean T. Ackley

Il Renwick Hotel, l’hotel a Mahattan dedicato agli scrittori, aperto un anno fa su progetto dello studio Stonehill & Taylor Atchitects and Planners (interior designer di ACE Hotel), inaugura una nuova suite al decimo piano. Questa volta si rende omaggio a una figura femminile: Gertrude Stein, la scrittrice che si aggiunge al gruppo dei letterati della generazione americana a cui sono dedicati gli interni dell’hotel: Scott Fitzgerald, Thomas Mann e John Steinbeck.

I celebri scrittori e fondatori dell’avanguardia americana sono l’ispirazione delle camere dell’albergo pensate come writer studio, dove ogni dettaglio del design rimanda alle caratteristiche e alle tematiche affrontate dalle diverse figure letterarie.

La nuova suite è tutta al femminile, con opere d’arte e di design di artiste locali che s’ispirano ai motivi letterari e alle tematiche tanto care alla scrittrice e attivista americana. Come il tema floreale e il collage con la scritta dalla forma di una rosa realizzato da Kim Edwards, che spicca in black&white sulla parete della camera da letto, con la celebre frase della scrittrice: “la rosa è una rosa è una rosa” (leggi anche → Il design al femminile della New York Design Week).

Tutte le foto: Sean T. Ackley

La camera dell’hotel più letterario di New York è separata da un’area living con uno scrittoio che invita alla lettura, con i tanti titoli appartenuti alla biblioteca della Stein e alcune copie di vecchi libri, tra cui i racconti di Hemingway e i dipinti di Matisse.

Il decor è ricco di palette cromatiche accese, dal giallo della poltrona in pelle al divano dai toni del verde scuro-blu che dialogano con i motivi geometrici astratti della carta da parati e dei tappeti blu, il colore preferito dalla Stein.

curiocollection3.hilton.com


di Monica Mascia London / 22 Maggio 2017

CORNER

Speciale New York collection

[Speciale New York]

Un colosso cambierà NYC

Una passeggiata immaginaria alla scoperta di Hudson Yards

Progetti

[Speciale New York]

5 novità a New York

Lo skyline più bello del mondo sta cambiando faccia

progetti

[Speciale New York]

New York sommersa

Due registri immaginano New York con il surriscaldamento globale

New York

[Speciale New York]

Wright dietro le quinte

Una mostra al MoMA racconta i suoi tesori d'archivio

mostre

[Speciale New York]

Italiani in festa a Soho

New York si innamora ancora una volta del design Made in Italy

New York Design Week 2017

[Speciale New York]

3 mostre a New York

Gli indirizzi del momento per i design-lover

mostre

[Speciale New York]

Design segreto

In visita nello spazio privato di The Future Perfect a NY

new york design week 2017

[Speciale New York]

American Style

5 tendenze made in USA per arredare casa e ufficio

New York Design Week 2017

[Speciale New York]

A NYC l'arte incontra il design

3 performance live per la poltrona Re-Vive di Natuzzi Italia

new york design week 2017

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web