ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

New design americano in mostra alla New York Design Week

La collettiva newyorkese di design contemporaneo Sight Unseen Offsite è un viaggio di facile fruizione alla scoperta del new and next in una sede mozzafiato

Sight Unseen Offsite si è rivelato come uno degli appuntamenti più interessanti di NYCxDESIGN, festival di design che coinvolge tutta la città di New York. Per la sua terza edizione, l’esposizione collettiva organizzata da Monica Khemsurov e Jill Singer (fondatori del magazine online Sight Unseen), ha scelto una sede mozzafiato: il 15° piano in ristrutturazione del Grace Building, affacciato sul Bryant Park circondato dai grattacieli.

I circa 70 espositori provenienti da tutto il mondo, con una predominanza americana, sono stati suddivisi in 6 isole di facile fruizione. Lungo il percorso, si alternano progetti d’arredo, tessili, ceramiche e pezzi d’arte. In comune hanno ricerca e novità: basta chiedere informazioni sugli oggetti per scoprire che tutti arrivano da un percorso di indagine articolato e originale. E il risultato segna - quasi sempre - una tendenza attuale o futura.

Tra i tanti progetti degni di nota segnaliamo Furnishing Utopia, ispirato alla cultura materiale degli Shakers. Membri di un ramo del calvinismo puritano dei quaccheri nati nel primo Settecento, hanno sviluppato uno stile particolare in tema d’arredo, eliminando ogni forma di decorazione. La collezione di Furnishing Utopia, particolarmente riuscita, è stata realizzata da 11 studi di design provenienti da 10 città diverse (da Seattle a Singapore), in collaborazione con l’Hancock Shaker Village e il Mt. Lebanon Shaker Museum.

Ma va ricordato anche l’allestimento Four Seasons, realizzato da Pin–Up in collaborazione con l’architetto Bernard Dubois di Bruxelles e la floral artist Brittany Asch di New York. E l’installazione Topo, dello studio di architettura newyorkese Leong Leong: un paesaggio lunare in cui immergersi ispirato al design di Ford, uno dei partner di Sight Unseen insieme a Ikea, The Global Fund For Women e altri ancora.

www.sightunseen.com

SCOPRI ANCHE:
A ICFF le ultime tendenze del design americano
ICFF New York, 10 consigli


di Annalisa Rosso / 19 Maggio 2016

CORNER

Speciale New York collection

[Speciale New York]

5 novità a New York

Lo skyline più bello del mondo sta cambiando faccia

progetti

[Speciale New York]

New York sommersa

Due registri immaginano New York con il surriscaldamento globale

New York

[Speciale New York]

Wright dietro le quinte

Una mostra al MoMA racconta i suoi tesori d'archivio

mostre

[Speciale New York]

Italiani in festa a Soho

New York si innamora ancora una volta del design Made in Italy

New York Design Week 2017

[Speciale New York]

3 mostre a New York

Gli indirizzi del momento per i design-lover

mostre

[Speciale New York]

Design segreto

In visita nello spazio privato di The Future Perfect a NY

new york design week 2017

[Speciale New York]

American Style

5 tendenze made in USA per arredare casa e ufficio

New York Design Week 2017

[Speciale New York]

A NYC l'arte incontra il design

3 performance live per la poltrona Re-Vive di Natuzzi Italia

new york design week 2017

[Speciale New York]

Nuova estetica americana

Tutto il meglio di Sight Unseen Offsite 2017 in 4 trend

New York Design Week 2017

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web