ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Intervista a Fredrikson Stallard

La coppia di designer inglesi racconta il fascino del cristallo in scena alla Vienna Design Week 2016

Per festeggiare i dieci anni della Vienna Design Week, Swarovski, da sempre partner dell’evento, ha commissionato a Patrick Fredrikson e Ian Stallard due scenografiche installazioni in cristallo. Un incarico che segue la presentazione di Glaciarium, la serie di quattro chandelliers (Avalon, Helios, Superline e Voltaire) all’appena concluso London Design Festival (leggi anche → Il LDF 2016 in pillole).

Per Prologue e Hurricane - questi i nomi delle opere - un palcoscenico d’eccezione: Palazzo Belvedere che sino al 20 novembre 2016 ospita la prima personale austriaca di Ai Weiwei. È così che la progettualità materica dello studio inglese si è trovata a dialogare con l’eterea leggerezza dell’artista cinese. Sulle scale dello storico edificio una luce color oro ha illuminato il volo di figure mitologiche realizzate a mano come aquiloni domestici.

«Sono i bagliori riflessi di Prologue» raccontano i designer «una scultura circolare di 1,2 tonnellate vestita da un sipario di 8000 topazi colorati». Un gioiello, più che un’opera d’arte, pensato in coerenza con il DNA spiccatamente barocco del luogo. «Vogliamo creare nuovi linguaggi, ecco perché per comporre il tessuto abbiamo utilizzato i tradizionali componenti di un lampadario».

Ma rimaniamo all’interno del Belvedere. Oltre l’ingresso, superate le stanze che ospitano una collezione decisamente 'impressive' di Gustav Klimt, la Sala del Marmo. Qui alle pareti, al posto di due dipinti in restauro di Ignaz Heinitz von Heinzenthal, Hurricane: «due fogli di alluminio specchiato che rimandano a corpi femminili e maschili stilizzati e trasformati dal tipo di lavorazione scelta in sorgenti luminose».

Appare chiaro che la sperimentazione presentata da Fredriksson Stallard alla Vienna Design Week parla non più solo di materia, ma anche di luce. Quando nel 2012 li abbiamo visti protagonisti alla Milano Design Week con Waterfall, il caffè table per Driade, il loro segno progettuale si esprimeva nella ricerca di forme organiche e fluide. Oggi il loro tratto appare composto, articolato. 

«Per noi è importante partire dalle potenzialità che un materiale ha in natura e usarle con onestà». E’ così che nelle loro mani le sfaccettature del cristallo sono diventate pennellate di colore che decorano muri e pareti. «È con le mani che possiamo modificare la materia e le mani sono la genesi della creatività. Ecco perché bisogna usarle con consapevolezza». Raccontano i designer, ricordando i precetti imparati alla Central Saint Martins dove si sono diplomati partendo però dalla ceramica. «Un materiale semplice che ci ha insegnato ad affrontare la complessità del cristallo: una trasparenza dal potere incredibile perché ricorda il ghiaccio».

Da qui il primitivismo della vena stilistica che segna l’avvio di un nuovo percorso. «Prologue vuol dire inizio. La forma ricorda un sole, un mantra, un dio pagano. La parola riporta alla curiosità che guida la nostra ricerca, alla nostra collaborazione con Swarovski e alla sua partnership con la Vienna Design Week». Un intreccio di simboli e significati, come la loro professionalità. «Cosa siamo noi? Designer o artisti? Non saprei, non vogliamo essere incasellati, ma liberi di esplorare. Sappiamo però per certo che lavoriamo sul crossing culturale».

www.swarovski.com

SCOPRI ANCHE:

Swarovski al London Design Festival 2016 con Fredrikson Stallard
Atelier Swarovski Home al Salone del Mobile
Speciale NY Design Week
→ ICFF NY - 10 Consigli


di Paola Carimati / 19 Ottobre 2016

CORNER

Vienna Design Week collection

[Vienna Design Week]

Alla scoperta di Vienna

24 ore nella capitale austriaca, accompagnati da Marco Dessì

Vienna Design Week 2016

[Vienna Design Week]

Metti il design in piazza

Cosa succede se i giovani creativi abbandonano i sentieri battuti?

Vienna

[Vienna Design Week]

Il designer artigiano

Uno dei designer austriaci più di moda ci apre le porte del suo mondo

Vienna Design Week 2016

[Vienna Design Week]

Come ti trasformo il tumbler

Design, sabbiatura e foglia d'oro per trasformare un classico

Vienna Design Week 2016

[Vienna Design Week]

Dove nascono i progetti

Alla scoperta dello studio viennese di mischer’traxler

Vienna Design Week 2016

[Vienna Design Week]

Vienna da scoprire

Hotel, negozi, architetture e musei: gli indirizzi più cool della città

VIenna Design Week

[Vienna Design Week]

10 anni di design a Vienna

Il festival urbano austriaco festeggia il primo anniversario

Vienna Design Week 2016

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web